Il prato a rotolo – dai sementi al prato pronto

La guida sul prato a rotolo: tutto ciò che c'è da sapere

Il mio nome è Stephan Hölzl, proprietario della società Rasenfix e fanatico delle piante ;-)

Da oltre 15 anni siamo gli esperti del prato a rotoli qui in Alto Adige.

In questo ampio articolo troverete tutto quello che c'è da sapere sul tappeto erboso. Dai tipi di tappeti erbosi ai consigli per l'installazione e la manutenzione. Diventa tu stesso un esperto di tappeti erbosi.

Vi auguro una piacevole lettura

  • Autor: Stephan Hölzl
  • Position: CEO Rasenfix
  • Aktualisiert am: 06.03.2019

Con prato a rotolo si intendono delle zolle di erba che vengono tagliate dal terreno in modo da ricavare delle strisce larghe 40-50 cm e lunghe 200-250 cm, per essere successivamente arrotolate e poi trasportate.

Questo prato pronto viene tagliato mantenendo le sue radici e può quindi essere direttamente posato sul terreno nuovo precedentemente preparato. Da molti secoli le zolle di erba tagliate vengono utilizzate per coprire edifici o tombe. 

In Inghilterra si conosce l'impiego del prato pronto per inverdire i campi sportivi già nel lontano '600, mentre nel resto dei paesi europei e nell'America settentrionale il prato a rotolo viene coltivato e venduto dai primi anni 70 del secolo passato. 

Quali sono i vantaggi di un prato a rotolo?

Sicuramente alcuni si chiederanno perché dovrebbero decidersi per un prato pronto se costa molto meno comprare una busta di sementi da prato, seminarle, passare con un rullo e poi aspettare qualche settimana finché l'erba cresce ed il prato si forma da solo. Un prato a rotolo offre una serie di vantaggi significativi rispetto a questo metodo tradizionale di seminare un prato: Un prato pronto è capace di trasformare in poche ore un terreno nudo in un prato folto di colore verde intenso, calpestabile appena finiti i lavori di rullatura. 

Un prato pronto è praticamente assente di infestanti al 100%, mentre quando si semina il prato, gli infestanti crescono da subito assieme all'erba. Un prato pronto è pienamente utilizzabile già dopo 4-6 settimane, mentre per un prato tradizionale trascorrono 12 mesi circa prima che raggiunga la densità e resistenza di un prato a rotolo. 12 mesi è l'età di un prato pronto quando viene tagliato.

Quali tipi di prato a rotolo esistono?

Sono disponibili diversi tipi di prati pronti, avendo ciascuno delle proprietà che si adattano specificamente per l'utilizzo previsto. Le diverse proprietà riguardano innanzitutto la composizione delle sementi. Spesso questi miscugli sono standardizzati, in modo che è possibile paragonare i diversi prodotti disponibili per un determinato tipo di prato. Alcuni fornitori hanno creato i loro propri miscugli e li hanno dato dei nomi specifici.  

I prati a rotolo più diffusi sono: 

  • Prato per aree gioco 
  • Prato per campi sportivi 
  • Prato premium 
  • Prato per ombra 
  • Prato per golf 
  • Prato mediterraneo

Prato per aree gioco

Il prato per aree gioco consiste in un prato pronto resistente ed economico, ideale per il giardino oppure per qualsiasi prato pensato da utilizzarsi come area gioco o per l'attività sportiva. Questo tipo di prato richiede poca manutenzione ed è adatto inoltre per prati dove sdraiarsi oppure l'inverdimento di parcheggi. È composto principalmente di sementi di graminacee robuste dalle foglie leggermente più spesse.


Prato per campi sportivi

Il prato per campi sportivi è pensato per resistere al calpestio frequente tipico dei campi da sport e dei campi da gioco. Ha anche la capacità di rigenerare velocemente. Per un prato sportivo di alta qualità e grande resistenza vengono coltivate delle tipologie di graminacee particolarmente robuste, caratterizzate da foglie piuttosto grosse. Questo prato richiede una manutenzione abbastanza elevata se lo si vuole mantenere bello durante tutto l'anno nonostante un utilizzo frequente.


Prato premium

Il prato premium può essere considerato il re dei tappeti erbosi di alta qualità e viene impiegato per giardini, parchi ed aree verdi pubbliche. Si tratta di un prato fine che risplende in un colore verde intenso, mostrando una crescita fitta ed uniforme. Inoltre è un prato resistente, robusto ed è ideale sia per aree ombreggiate che per aree soleggiate.

Prato per ombra

Non tutti i prati si trovano in una posizione soleggiata. L'ombra di alberi ed arbusti può provocare delle lacune sul prato dove non cresce, o cresce poca erba, avendo come conseguenza un aspetto non curato. Nei vivai sono disponibili dei prati pronti specificamente coltivati per questo tipo di condizioni: infatti crescono bene in zone ombreggiate. Il prato per ombra garantisce un verde fitto anche in aree solo parzialmente ombreggiate e sotto gli alberi.


Prato per golf

I golfisti sono molto esigenti quanto riguarda il loro prato. L'erba, infatti, deve crescere in modo fitto ed uniforme per permettere di giocare la pallina con precisione. La società tedesca di ricerca per lo sviluppo paesaggistico e di architettura del paesaggio "Landschaftsentwicklung und Landschaftsbau e.V." consiglia l'impiego del miscuglio nominato RSM 4 per i prati da golf. Un prato da golf richiede un'elevata manutenzione per poter rispondere alle esigenze dei golfisti.


Il prato mediterraneo

Il prato mediterraneo è resistente alla siccità e risplende in un bel colore verde scuro. La tessitura del prato mediterraneo è fitta ed ispida. Questo tipo di prato assicura un bellissimo tappeto erboso estivo ed è ideale per il giardino dietro o davanti a casa dove c'è molto sole.

I fattori determinanti per la scelta del vostro prato pronto sono il luogo dove dev'essere posato e l'utilizzo al quale sarà destinato. Prima di effettuare l'ordine del vostro prato sarà necessario determinare le dimensioni (in metro quadri) della superficie in questione. È utile calcolare un'eccedenza del 2-5%.

Prima della posa - Ecco come preparare il terreno

La qualità del terreno e l'accuratezza con la quale questo viene preparato prima della posa del prato pronto sono di fondamentale importanza per la riuscita del vostro progetto. Il terreno dev'essere liscio, solido ed assente di sassi o radici. Inoltre è da verificare il pH del suolo: Il valore di pH ideale per le graminacee è tra 5,0 e 6,5. Se il terreno risulta essere troppo acido (valore di pH al di sotto di 5), è possibile correggerlo con della calce da giardino. In superficie (spessore di 10 cm ca.), il terreno non dev'essere troppo compattato. Questo è spesso il caso sui terreni di nuova costruzione e può essere rimediato attraverso lavori di fresatura o vangatura.  

I vecchi prati possono essere rimossi con l'aiuto di un tagliazolle. Successivamente, il terreno va vangato oppure smosso con una motofresatrice. Non è consigliabile sotterrare un prato esistente poiché questo potrebbe imputridire sotto terra. 

I prati non sono amici delle acque stagnanti. Perciò, se il terreno è argilloso oppure impermeabile, si consiglia di immettere una quantità sufficiente di sabbia lavata (indicata per l'impiego nell'edilizia) nel terreno, in modo da aumentarne la capacità di drenaggio. Non devono essere impiegati altri tipi di sabbia. La sabbia da gioco per esempio contiene delle particelle molto fini che potrebbero compattare ulteriormente il terreno. È possibile mescolare nel terreno, insieme alla sabbia lavata, anche un po' di compost oppure humus di corteccia per rendere il terreno più morbido e molle. Questo passo è anche il momento ideale per inserire del concime per prati nuovi nel terreno. I suoli troppo sabbiosi possono essere corretti semplicemente e in modo efficace mediante l'aggiunta di humus. 

Dopodiché il terreno va spianato. Per superfici non molto grandi questo lavoro può essere svolto con l'aiuto di un rastrello e consiste nella distribuzione del terreno fino ad ottenere una resistenza al calpestio uguale su tutta la superficie. Nella preparazione del terreno bisogna tener conto anche dell'altezza delle zolle (3-4 cm). Il terreno preparato si deve situare dunque all'incirca di 3-4 cm al di sotto del livello dove sono situati terrazzi oppure eventuali vialetti da giardino. Il lavori di preparazione del terreno dovrebbero essere terminati al momento della consegna del prato, in modo da poter cominciare subito con la messa in posa. Si consiglia di non far trascorrere più di 24 ore tra il momento del taglio del prato pronto e la sua posa.

Quando e come posare il prato a rotolo

Il periodo migliore per la posa di un prato pronto sono la primavera e l'autunno. La posa è meno consigliata in piena estate dovuto alle alte temperature e agli intensi raggi solari che fanno sì che il nuovo prato si inaridisce velocemente.  La posa va cominciata in un punto dritto, vicino al terrazzo o al sentiero. Si consiglia di scegliere come inizio un punto abbastanza lontano per evitare di calpestare costantemente il prato appena posato. Per far sì che la prima linea di rotoli risulti retta, utilizzare una tavola lunga di legno oppure tendere una corda può essere molto utile. Dopodiché i rotoli vengono stesi, facendo aderire bene i rotoli l'uno all'altro. Le parti sovrastanti possono essere tagliati mediante un coltello ondulato ed impiegate per iniziare la fila successiva.  

In questo modo il vostro prato verrà collocato imitando la forma di un muro in mattoni, evitando che i giunti siano allineati. Se la superficie destinata al vostro tappeto erboso è di dimensioni ridotte, è possibile realizzare la posa del prato pronto da soli e senza grandi difficoltà. Per grandi superfici oppure se non desiderate effettuare questo lavoro da soli, si consiglia di farsi aiutare da un'impresa specializzata che poserà il vostro prato in modo professionale e veloce. Un prato posato da un professionista vi garantisce di ottenere un risultato impeccabile.

Quali procedimenti sono necessari dopo la posa del prato?

Una volta posato il tappeto erboso viene spianato col rullo ed irrigato appena possibile. Per la prima irrigazione si impiegheranno dai 15 ai 20 litri d'acqua  per ogni metro quadro. È utile verificare che l'acqua sia ben penetrata nelle zolle fino a raggiungere il suolo. Nei giorni successivi il prato è da irrigare 2 o 3 volte al giorno quando fa caldo. Dopo 2 settimane circa le radici avranno stabilito una solida unione con il suolo. Dopo 8-10 giorni il prato può essere tagliato per la prima volta, non essendo necessario l'impiego di un tosaerba dedicato. Bisogna però fare attenzione che le lame siano ben affilate e che l'erba non venga tagliata troppo corta (devono rimanere 5 cm ca.). 

Dopo sei settimane circa il concime per prati nuovi sarà esaurito e sarà possibile fertilizzare il prato con 50 grammi di concime per prati per metro quadro. Nell'arco di tutto il suo periodo di crescita è consigliato concimare il prato 3 o 4 volte.

Galleria d'immagini

Quanto costa un prato a rotolo?

Il prezzo per un prato pronto è calcolato sulla base dei metri quadri utilizzati. Un prato pronto di alta qualità proveniente da un vivaio specializzato costa dai 5 ai 8 euro al metro quadro, dipendendo dal tipo. Se viene incaricata un'impresa specializzata (e lo consigliamo) per la preparazione del terreno e la posa del prato, bisogna tener conto di un costo addizionale di 7-12 euro per ogni metro quadro del tappeto erboso. I centri florovivaistici si prendono su richiesta anche cura del vostro prato durante le prime settimane. Per questo servizio i prezzi partono da 3 euro per metro quadro. Il prezzo per metro quadro in generale è più basso quando si tratta di superfici grandi. Questo vale sia per il prato pronto sia per la posa e la cura. Conformemente alla regola generale, c'è da dire che anche trattandosi di un prato pronto la qualità ha un prezzo.

Dov'è possibile acquistare un prato a rotolo?

I prati a rotolo si possono comperare in centri di giardinaggio specializzati, che sono dei vivai dedicati alla coltivazione di prati. Dette aziende dispongono delle attrezzature e dei macchinari necessari, ma soprattutto possono offrire una buona esperienza in materia per poter produrre dei prati pronti di alta qualità. Questi centri vi rispondono inoltre a tutte le vostre domande sul prato pronto, evitando così di spendere molti soldi per un prodotto non adeguato alle vostre esigenze. Il prato a rotolo non può essere semplicemente cambiato!

La maggior parte dei vivai propone al cliente la possibilità di ritirare da sé il prato ordinato, senza quindi avere a pagare le spese di consegna.  C'è da considerare però che un rotolo di prato ha un peso di 15-20 kg (secondo le dimensioni e l'umidità) e che per 100 metri quadri di tappeto erboso sono necessari almeno 100 rotoli.  I rotoli di questo esempio hanno un peso complessivo di almeno 1.500 kg. Si consiglia allora di farsi consegnare le zolle accuratamente impilate direttamente davanti a casa oppure nel luogo dove devono essere posate. 

Se avete delle domande sul prato a rotolo, sui tipi di prati disponibili o sulla posa del prato pronto, non esitate a contattarci per telefono o per e-mail. I nostri collaboratori qualificati sono lieti di potervi aiutare nella scelta del prato a rotolo perfetto per vostre esigenze e di fornirvi tutti i consigli di cui avete bisogno in modo gratuito e senza impegno. 

Rasenfix è il vostro fornitore competente di prati a rotolo in Alto Adige. Offriamo una consulenza personalizzata e una vasta scelta, includendo condizioni convenienti e una consegna affidabile. Profittate del nostro know-how e chiamateci da subito! Saremo lieti di conoscere voi e il vostro progetto!