RASENFIX GmbH - Termini e condizioni generali di fornitura

ART. 1 SOGGETTI E OGGETTO DEL CONTRATTO

1.1 L'oggetto delle presenti Condizioni Generali della RASENFIX GmbH è: a) la fornitura dei prodotti offerti dalla RASENFIX GmbH (i "Prodotti"), intendendosi per "Fornitura" la vendita effettuata dalla RASENFIX GmbH ai sensi dell'art. 1470 e seguenti del codice civile, nonché b) la prestazione di servizi e lavori di installazione da parte della RASENFIX GmbH (i "Servizi").
Di conseguenza, ai fini di tutto quanto segue, per "Fornitore" si intende RASENFIX GmbH nella sua qualità di rivenditore o di fornitore di servizi o società di installazione, e per “Cliente si intende la persona fisica o giuridica interessata all'acquisto dei "Prodotti" o alla fornitura di un servizio per sé o per terzi, a qualsiasi titolo o per qualsiasi ragione giuridica. Le presenti Condizioni Generali si applicano anche – ove applicabili - ai contratti  contratti d'opera e di appalto, come stabilito nel seguente articolo 19 delle presenti Condizioni Generali.

1.2 Le presenti Condizioni Generali mirano a regolare offerte, ordini, contratti e accordi in genere intercorrenti tra il Fornitore e il Cliente (gli “Ordini”), salvo quanto diversamente pattuito tra le parti in forma scritta.
Di conseguenza, RASENFIX GmbH non accetta i termini e le condizioni generali del Cliente e di terzi in generale. I termini e le condizioni di acquisto del Cliente non vincolano il Fornitore anche se sono menzionati nei suoi Ordini. Il Fornitore non è obbligato ad opporsi nuovamente a tali condizioni di acquisto del cliente al momento della conclusione del contratto.
Le Condizioni Generali e le prescrizioni tecniche aziendali generali si intendono conosciute, alternativamente, con l’accesso da parte del Cliente nella sede della RASENFIX GmbH (dove sono affisse), con il ricevimento delle stesse per mezzo posta, telefax, e-mail, con la loro pubblicazione sul sito internet www.rasenfix.com, oppure mediante consegna a mano.

1.3 Le presenti Condizioni Generali e le prescrizioni tecniche aziendali generali, regolano anche tutti i rapporti commerciali successivi al primo, anche se non sono state espressamente richiamate nei successivi rapporti.
Tutte le offerte, gli ordini, i contratti e gli accordi in genere della RASENFIX GmbH. si fondano, imprescindibilmente, sui seguenti elementi:
- le Condizioni Generali;
-ogni altra prescrizione tecnica specifica, condizione e avvertenza contenute nei documenti forniti dalla RASENFIX GmbH in fase di trattativa, conclusione ed esecuzione del contratto;
- le norme tecniche UNI-EN-ISO di riferimento;

1.4 Eventuali modifiche e/o integrazioni delle presenti condizioni generali richieste dal cliente o da terzi in generale sono valide solo se registrate per iscritto ed espressamente accettate da RASENFIX GmbH, sempre per iscritto.
Eventuali dichiarazioni fatte dai dipendenti di RASENFIX GmbH sono vincolanti solo se sono state confermate per iscritto da RASENFIX GmbH.
Tutti i contratti con i clienti di RASENFIX GmbH sono - se non diversamente concordato - contratti di vendita per loro natura e anche nel caso in cui RASENFIX GmbH debba eseguire un lavoro di installazione esteso come parte della consegna. Per tutto ciò che non è espressamente regolato nei documenti che compongono il rispettivo contratto individuale, si applicano le disposizioni del codice civile relative alla compravendita, salvo diverso accordo scritto.

ART. 2 DOCUMENTAZIONE TECNICA E COMMERCIALE

2.1 Tutta la documentazione tecnica e commerciale (campioni, cataloghi, opuscoli, rappresentazioni fotografiche e audiovisive, disegni tecnici, ecc.) prodotta da RASENFIX GmbH rimane di proprietà esclusiva della stessa. Qualsiasi uso, riproduzione, distribuzione o rappresentazione di questi documenti può avvenire solo previa autorizzazione scritta di RASENFIX GmbH e comunque solo nei limiti specificati in tale autorizzazione.

2.2 Le informazioni contenute nei cataloghi, nelle brochure, nelle circolari, nelle etichette dei prodotti e nelle rappresentazioni fotografiche e audiovisive di RASENFIX GmbH riguardanti dimensioni, peso, colore, prestazioni e informazioni simili sono puramente indicative e non possono in nessun caso essere considerate vincolanti per RASENFIX GmbH.

2.3 Le nostre offerte sono soggette a modifiche. Ci riserviamo il diritto di vendita anticipata. Tutti i nostri preventivi non sono vincolanti e sono soggetti a modifiche.                                             
Accordi di qualsiasi tipo - compresi i supplementi, le modifiche, gli accordi collaterali - diventano vincolanti per noi solo dopo la nostra conferma scritta.

ART. 3 MODALITA' DEGLI ORDINI

3.1 Il Fornitore accetta solo ordini che contengono le necessarie specifiche tecniche, nonché informazioni chiare e inequivocabili sul tipo e sulla quantità dei prodotti.

3.2 L'ordine sarà considerato accettato e in corso al momento della trasmissione scritta della accettazione dell'offerta da parte del Cliente. L'offerta deve contenere le specifiche tecniche e il prezzo dei Prodotti. L'eventuale indicazione di un termine di consegna è soggetta a modifiche e non è vincolante.

3.3 Il contenuto esatto del contratto è riportato nell'offerta scritta di RASENFIX GmbH.

3.4 Modifiche e aggiunte alle offerte accettate o alle condizioni generali sono valide solo se sono state concordate per iscritto. Una volta che l'offerta è stata accettata, il fornitore non è obbligato ad accettare qualsiasi richiesta di modifiche all'offerta; tuttavia, il fornitore è libero di accettare tale richiesta di modifiche e di richiedere a tal fine un supplemento di prezzo. In ogni caso, il Fornitore non accetterà alcuna richiesta di modifica dell'ordine fatta dal Cliente dopo l'inizio delle operazioni di lavorazione o modifica dei Prodotti.

ART. 4 CONSEGNA E TERMINI DI CONSEGNA

4.1 L'indicazione della data di consegna prevista non è vincolante. La merce consegnata è di solito su misura e personalizzata. Il diritto di recesso è escluso. Il Cliente che è classificato come consumatore può recedere dal rapporto contrattuale entro 14 giorni per qualunque motivo. Se i beni sono già stati consegnati o montati, il consumatore può recedere dal contratto solo se i beni possono essere restituiti nelle stesse condizioni in cui sono stati consegnati.
A causa delle caratteristiche specifiche dei Prodotti, così come per ragioni che dipendono dal comportamento dei nostri fornitori, i tempi di consegna previsti possono anche essere soggetti a ritardi significativi. Inoltre, ritardi significativi possono verificarsi nei mesi con la più alta domanda di prodotti.
La mancata consegna degli stessi Prodotti entro i termini prestabiliti non darà diritto al Cliente di risolvere il contratto ai sensi dell'art. 1456 del Codice Civile, né darà diritto al Cliente al risarcimento dei danni o al rimborso delle penali sostenute dal Cliente o dai suoi aventi causa.

4.2 Eventuali termini essenziali (o tassativi) di consegna dovranno essere pattuiti per iscritto fra le parti, ma, in ogni caso, queste convengono che, rispetto alla data di consegna convenuta, sarà sempre considerata, a favore del Fornitore, una tolleranza pari ad un numero di giorni non inferiore a un terzo di quelli indicati per la fornitura.

4.3 Nel caso in cui le Parti abbiano concordato un termine vincolante, il Fornitore non sarà responsabile di eventuali ritardi nella consegna dei Prodotti causati da eventi imprevedibili, forza maggiore o circostanze al di fuori del suo controllo. Queste circostanze includono, ma non si limitano a, condizioni meteorologiche, pandemie, scioperi, incidenti e incidenti legati al trasporto, ritardi nelle consegne al Fornitore da parte dei suoi fornitori e/o subappaltatori in generale, riparazioni di macchine. In questo caso, i termini stabiliti saranno estesi per il periodo di tempo durante il quale gli eventi, gli avvenimenti imprevedibili o gli eventi di forza maggiore hanno avuto luogo o, in ogni caso, per un periodo di tempo ragionevole e adeguato in relazione alle loro conseguenze.

ART. 5 ESONERI E LIMITAZIONI DELLA RESPONSABILITA'

5.1 In ogni caso, il Fornitore non risponde dell’inadempimento dipendente da cause estranee al suo controllo e volontà. Fra tali cause si indicano, a titolo esemplificativo e non esaustivo: caso fortuito, forza maggiore, scioperi, incendi, sommosse, sequestri, embarghi, inondazioni, tempeste, trombe d’aria, uragani, divieti di trasferimento valuta, problematiche relative alla rete o ai mezzi di trasporto, carenza di materie prime, limitazione dell’utilizzo di energia, fermi di produzione presso il Fornitore o presso i fornitori del medesimo, difficoltà tecniche derivanti dal tipo di ordine o dalla sua esecuzione che rendessero impossibile o non affidabile o viziata la produzione, tutti i fatti che l’industria fornitrice possa rivendicare quali motivi di ritardo e/o esonero dalla fornitura, impedimenti determinati da fatto degli spedizionieri o trasportatori, ogni altro accadimento comunque indipendente dal Fornitore. Al verificarsi di tali condizioni, il Fornitore si riserva la facoltà di recedere dal contratto restituendo gli acconti percepiti, detratti gli eventuali costi già affrontati per l'esecuzione dell'incarico ed escluso qualsiasi pagamento di un indennizzo o di un risarcimento.

5.2 In ogni caso il Fornitore risponde dei danni derivati al suo Cliente per ritardato adempimento o inadempimento solamente per dolo o colpa grave. Ciò vale anche per le informazioni sui materiali e il loro utilizzo.

ART. 6 TRASPORTO

6.1 Salvo diverso accordo tra le parti, nessuna consegna dei Prodotti sarà effettuata dal Fornitore alla sede del Cliente o al luogo di destinazione. In caso di consegna da parte del Fornitore, si conviene che il rischio del trasporto dei Prodotti fino al luogo di destinazione è a carico del Fornitore, ad eccezione delle operazioni di scarico dei Prodotti dal mezzo di trasporto del trasportatore, che saranno effettuate dal Cliente a proprio rischio e spese. Qualsiasi danno subito dai Prodotti durante il trasporto dovrà essere espressamente indicato dal Cliente al momento dello scarico sul documento (copia della bolla di consegna) da restituire al Fornitore. Eventuali eccezioni o riserve al Fornitore sullo stato dei Prodotti trasportati dovranno essere registrate esclusivamente al momento dello scarico sul documento restituito al Fornitore. Se le parti concordano che il trasporto sarà effettuato con il mezzo di trasporto proprio del Cliente o con il mezzo di trasporto di un terzo vettore scelto dal Cliente, il Cliente si assumerà tutti i rischi del trasporto in conformità con le disposizioni dell'articolo 6.5 seguente.

6.2 Se la consegna e il montaggio/installazione/impianto dei Prodotti sono effettuati dal Fornitore, quest'ultimo è responsabile dei danni di trasporto nei limiti del valore della merce fino a quando il montaggio/installazione/impianto dei Prodotti non è stato effettuato.

6.3 In assenza di accordi contrari, in caso di consegna concordata presso la sede del Cliente o in un cantiere, il Fornitore avrà il diritto, a propria insindacabile discrezione, di scegliere il mezzo di trasporto che ritiene idoneo, compreso il diritto di utilizzare i propri mezzi di trasporto o i mezzi di trasporto di altri vettori. Di regola, il trasporto deve essere effettuato con un mezzo adeguato, privo di gru. L'eventuale richiesta di utilizzare un mezzo di trasporto dotato di gru per lo scarico deve essere espresso dal Cliente per iscritto al momento della formulazione dell'ordine e, in assenza di un accordo scritto contrario, i relativi costi aggiuntivi saranno interamente a carico del Cliente.

6.4 Qualsiasi modifica richiesta dal Cliente in merito al luogo di consegna e alla quantità di Prodotti da consegnare sarà considerata come una modifica del contratto e sarà pertanto soggetta alle disposizioni dell'articolo 3 delle presenti Condizioni Generali di Contratto.

6.5 Nel caso in cui le Parti concordino la vendita dei Prodotti nella sede del Fornitore e, pertanto, il ritiro dei Prodotti sia contrattualmente a carico del Cliente, il Cliente dovrà provvedere con mezzi propri idonei o con mezzi di un vettore terzo e dovrà in ogni caso sostenere tutti i costi e le spese del trasporto, senza alcun diritto ad indennizzi o rimborsi per il trasporto stesso o al risarcimento di eventuali danni verificatisi durante il trasporto. Tutti i rischi di danneggiamento, rottura, perdita, furto e tutti gli altri rischi legati all'immagazzinamento e/o al trasporto dei Prodotti e dell'imballaggio che li contiene sono a carico del Cliente dal momento in cui i Prodotti sono messi a disposizione dal Fornitore nei suoi locali. Il Cliente si impegna inoltre a provvedere, di propria iniziativa e responsabilità, al fissaggio adeguato, sufficiente e corretto dei Prodotti nei mezzi di trasporto o sugli scaffali. In caso di utilizzo di rastrelliere, il Cliente deve verificare l'idoneo, sufficiente e corretto posizionamento delle rastrelliere nel mezzo di trasporto e assicurarlo prima dell'inizio del trasporto. Anche nel caso in cui il Fornitore accetti di assistere alle operazioni di carico, il rischio relativo a queste operazioni rimane esclusivamente a carico del Cliente. Per i prodotti della categoria “Big Bag e Sfuso”, quando il trasporto è a carico del Fornitore, il prezzo include un tempo di sosta di 1,5 ore (camion pieno). Ogni altra ora iniziata viene fatturata con 80,00 €/ora”.

6.6 Salvo diverso accordo scritto tra le parti, lo scarico della merce nel luogo di destinazione sarà sempre effettuato dal Cliente su propria iniziativa e responsabilità. Anche se lo scarico dovesse essere effettuato con mezzi e attrezzature del Fornitore, il Cliente dovrà predisporre un'area idonea allo scarico dei Prodotti nel luogo di destinazione (a titolo esemplificativo e non esaustivo, il Cliente dovrà assicurarsi che l'area di scarico sia transitabile per i mezzi di trasporto dei Prodotti e che non sia in pendenza e/o accidentata), fornire le relative istruzioni e assicurare il necessario coordinamento da parte di una persona incaricata, che riceverà i Prodotti e firmerà i relativi documenti, nel luogo di scarico. Il luogo di scarico deve essere accessibile al mezzo di trasporto utilizzato.

6.7 Salvo che il montaggio/installazione/impianto sia stato concordato tra le Parti, il Fornitore non effettuerà l'installazione o qualsiasi altro lavoro nei cantieri/proprietà dei Committenti, pertanto questi ultimi non potranno richiedere ai trasportatori della merce di effettuare il suddetto servizio o di assistere a tale attività. Se il Fornitore, in mancanza di alternative, fornisce comunque assistenza su richiesta del Cliente, il Cliente si assume tutti i rischi per i danni che si verificano alla merce e/o al cantiere/proprietà.

6.8 Nel caso di consegne di Prodotti effettuate dal Fornitore a beneficio del Cliente come aggiunta o modifica di un ordine precedente, i termini specifici di consegna saranno rinegoziati tra le parti.

6.9 Se le parti concordano che la consegna sarà effettuata dal Fornitore nei cantieri, il Cliente dovrà specificare nell'Ordine la persona responsabile della ricezione dei Prodotti e il relativo recapito telefonico (numero di cellulare). Questa persona deve essere presente al momento della consegna. In caso di assenza della persona, il Fornitore potrà decidere, a suo insindacabile giudizio i) di scaricare i Prodotti presso il cantiere, nel qual caso i Prodotti saranno considerati consegnati al momento dello scarico dal mezzo di trasporto del trasportatore, o ii) di restituire i Prodotti al magazzino, nel qual caso al Cliente sarà addebitata una penale pari al doppio delle spese di trasporto sostenute invano dal Fornitore. In questo caso, il Fornitore non è nemmeno obbligato a ripetere il trasporto. In entrambi i casi, il Cliente perde la possibilità di fare prenotazioni e di reclamare i difetti, e decade da qualunque garanzia. La consegna in cantiere non comprende alcun montaggio/installazione/impianto, bensì solo lo scarico della scaffalatura con i prodotti sul luogo di scarico idoneo a livello del suolo nell'area del cantiere, che deve essere accessibile per il mezzo di trasporto scelto.

ART. 7 MORA DEL COMMITTENTE

7.1 Qualora la consegna dei Prodotti non possa avvenire entro i termini concordati a causa del comportamento o della richiesta del Cliente, o a causa dell'inidoneità dei locali destinati al ricevimento dei Prodotti (ad esempio, ritardi nell'avanzamento dei lavori in cantiere, ritardi nell'esecuzione dei lavori preparatori per il ricevimento dei Prodotti, ecc.), il Fornitore potrà, previa comunicazione scritta al Cliente, anche via fax o e-mail, mettere i Prodotti a disposizione del Cliente per il ritiro presso un magazzino proprio o di terzi adatto allo stoccaggio dei Prodotti. Con l'invio della suddetta comunicazione, il Cliente è costituito in mora ai sensi di legge. Le spese di trasporto a terzi e/o le spese di stoccaggio saranno a carico del Cliente moroso, così come la responsabilità e la presa in carico dei Prodotti e i rischi di danneggiamento, rottura, perdita, furto e tutti gli altri rischi relativi allo stoccaggio e/o al trasporto dei Prodotti e degli imballaggi che li contengono. Dopo la scadenza di 7 (sette) giorni di calendario e dopo l'invio della suddetta comunicazione, il Fornitore può - se i Prodotti non sono stati ancora pagati - emettere la fattura per i Prodotti e le spese di stoccaggio e, a sua insindacabile discrezione, mettere i Prodotti a disposizione del Cliente per il ritiro presso il proprio magazzino o presso un magazzino terzo idoneo allo stoccaggio e alla custodia dei Prodotti.

7.2 Se entro 15 giorni dalla scadenza del periodo previsto il Cliente non ritira i Beni o non ne richiede la consegna (se concordato), il Fornitore avrà il diritto di disporre dei Beni e di risolvere il Contratto mediante avviso scritto. In questo caso, oltre al pagamento delle suddette spese di trasporto e stoccaggio, il Fornitore avrà diritto al risarcimento del danno corrispondente al prezzo totale della consegna, con riserva di chiedere il maggior danno.

ART. 8 IMBALLO E DISIMBALLO

8.1 È a carico del Fornitore l'imballo, costituito da scaffali a noleggio e dai relativi accessori (barre di supporto). Sono a carico del Cliente il disimballaggio e le spese per lo smaltimento dei materiali residui (ad esempio nylon da imballaggio, cinghie di fissaggio, inserti di sughero, cartoni, ecc.) da effettuarsi in conformità alle norme vigenti.

ART. 9 STOCCAGGIO E CONSERVAZIONE DEI PRODOTTI

9.1 Salvo diverso accordo tra le parti, lo stoccaggio e la conservazione dei Prodotti dovranno essere verticali e comunque su apposite scaffalature o strutture adeguate.

9.2 Il Cliente dovrà immagazzinare e mantenere i Prodotti immagazzinati nel cantiere al riparo da agenti fisici e chimici nocivi, assicurandone un'adeguata ventilazione.

9.3 Il Cliente è obbligato a maneggiare i Prodotti in modo corretto, utilizzando personale qualificato: qualsiasi danno ai Prodotti, alle scaffalature, danni alla proprietà o lesioni personali risultanti dalla manipolazione dei Prodotti effettuata da persone diverse dal Fornitore sarà interamente a carico del Cliente dopo il passaggio del rischio (vedasi 6.5).

9.4 Fermo restando quanto previsto dall'art. 1229 del Codice Civile, ogni danno, rottura, perdita, furto e ogni altro rischio relativo alla conservazione dei Prodotti e degli imballaggi che li contengono sarà in seguito al passaggio del rischio sempre a carico del Cliente.

ART. 10 DENUNCIA E VIZI

10.1 La fornitura dovrà essere eseguita a regola d'arte. Il Cliente ha l'onere di controllare i Prodotti al momento della loro consegna, verificandone la conformità all'ordine, l'assenza di vizi non occulti e l'esistenza della dovuta documentazione di accompagnamento. Ciò anche nei casi di consegne parziali.
In caso di contestazioni relative ai Prodotti, all'atto della consegna il Cliente dovrà formulare una specifica riserva nel relativo documento di trasporto (DDT). Formulata tale riserva, verranno accantonati soltanto gli imballi con i Prodotti interessati, senza che ciò abbia l'effetto di invalidare l'intera fornitura.
Oltre alla riserva da formulare nel documento di trasporto (DDT), il Cliente dovrá comunicare altresì per iscritto al Fornitore quanto rilevato, concordando con lo stesso le azioni da intraprendere. La denuncia di
vizi dei Prodotti forniti dovrà avvenire per tutti i vizi non occulti, per iscritto e con riscontro di ricezione, entro 8 (otto) giorni di calendario dalla consegna e per vizi occulti entro 8 (otto) giorni di calendario dalla scoperta. In ogni caso, la denuncia dei vizi dovrà avvenire, comunque e sempre, prima dell'impiego, del montaggio o della lavorazione dei Prodotti. La denuncia dovrà essere corredata da idonea documentazione, anche fotografica, da cui si evinca in maniera chiara ed inconfutabile, la sussistenza del vizio, a pena di inefficacia della denuncia. Qualora il Cliente non dovesse fornire tale documentazione al momento stesso della denuncia, sarà obbligato a farla pervenire al Fornitore nel più breve tempo possibile e, comunque, entro 5 (cinque) giorni dalla denuncia.

10.2 Se il Cliente ha utilizzato o modificato/alterato/impiantato i Prodotti o li ha altrimenti trattati in qualsiasi modo senza aver prima permesso al Fornitore di ispezionarli, il Cliente perderà i suoi diritti alla garanzia anche nel caso di tempestiva denuncia di vizio.

10.3 L'offerta del Fornitore si basa esclusivamente sulle indicazioni del Cliente. Per questo motivo, il Fornitore non è generalmente a conoscenza delle condizioni dei luoghi in cui il Cliente intende utilizzare il Prodotto e dell'uso previsto dal Cliente, né è in alcun modo obbligato ad accertarsene.
Pertanto, nessun documento emesso dal Fornitore presuppone che il Fornitore stesso abbia effettuato un accertamento. La verifica preventiva dell'idoneità dei Prodotti rispetto alla destinazione, nei casi in cui ciò si renda necessario, costituisce un obbligo che spetta esclusivamente al Cliente, il quale si obbliga altresì ad utilizzare il Prodotto per l'uso previsto al quale il Prodotto è idoneo, sulla base delle verifiche preventive che il Cliente stesso deve aver effettuato. Il Fornitore non si assume alcuna responsabilità per quanto riguarda questi aspetti.

10.4 Qualsiasi reclamo, reclamo, avviso di difetto e/o lamentela non esclude l'obbligo del Cliente di effettuare o continuare il pagamento dei Prodotti, né sospende o estende i termini di pagamento concordati.

10.5 In ogni caso, il Cliente in ritardo con i pagamenti non potrà far valere alcuna garanzia per i difetti del Prodotto.

ART. 11 GARANZIA PER VIZI DEI PRODOTTI E ACCETTAZIONE

11.1 La garanzia sarà applicata secondo le norme di legge, con le seguenti ulteriori specificazioni, fermo restando che sono espressamente esclusi dalla garanzia del Fornitore i vizi non contestati e denunciati nelle forme e nei termini di cui all’articolo precedente e di questo stesso articolo.

11.2 Il Prodotto oggetto del reclamo non potrà essere utilizzato in alcun modo dal Cliente o ceduto a terzi, installato o manomesso, ma dovrà essere messo a disposizione del Fornitore per le relative verifiche. Anche nel caso in cui il difetto venga scoperto dopo il montaggio/installazione/impianto, il prodotto non potrà essere rimosso, ma dovrà essere conservato nelle condizioni in cui è stato scoperto per almeno 10 (dieci) giorni lavorativi dalla notifica al Fornitore, al fine di consentire allo stesso Fornitore di effettuare le relative verifiche. In tutti i casi di notifica di difetti, il Fornitore è immediatamente autorizzato dal Cliente ad entrare nei luoghi in cui si trova il Prodotto contestato per effettuare i controlli necessari. (ad esempio, la presenza del Fornitore è richiesta in caso di rimozione).

11.3 Qualora la denuncia risultasse infondata, il Fornitore potrà addebitare al Cliente le spese sostenute per gli accertamenti svolti.

11.4 L'uso scorretto o improprio del Prodotto da parte del Cliente esclude l'applicazione della garanzia del Fornitore, anche se il Prodotto è già stato installato o sottoposto a lavorazione. Questo include, ma non è limitato ai seguenti casi:
- stoccaggio inadeguato e protezione insufficiente del prodotto sul cantiere o sul luogo di consegna prima del montaggio/installazione/impianto;
- inosservanza delle istruzioni di installazione o di utilizzo fornite dal fornitore o l'inosservanza delle regole normalmente applicate in materia;
- danni al Prodotto dovuti all'uso di materiali/prodotti incompatibili;

11.5 La garanzia del Fornitore sarà altresì esclusa se il difetto del Prodotto è dovuto a cause di forza maggiore o a circostanze indipendenti dalla volontà del Fornitore, in particolare e senza limitarsi ad esse, nei casi di cui all'articolo 4.3 delle presenti Condizioni Generali.

11.6 Per i difetti riconosciuti direttamente dal Fornitore o scoperti dopo l'ispezione a seguito del reclamo del Cliente, la garanzia del Fornitore sarà limitata, a scelta del Fornitore, a
- l'eliminazione del difetto, se possibile
- la sostituzione parziale o totale del Prodotto, intendendo per sostituzione la semplice sostituzione del Prodotto messo a disposizione per il ritiro presso il Fornitore, senza l'imposizione di ulteriori condizioni
- riduzione del prezzo di acquisto, con l'espressa esclusione di qualsiasi richiesta di risarcimento danni da parte del Cliente, senza pregiudizio delle seguenti precisazioni.
- ritiro dal contratto.
In caso di eliminazione del difetto, il Fornitore è tenuto a sostenere tutte le spese necessarie per l'eliminazione del difetto, in particolare i costi di trasporto, viaggio, manodopera e materiale, nella misura in cui questi non siano aumentati dal fatto che l'eliminazione del difetto è stata effettuata in un luogo diverso dal luogo di adempimento.

11.7 In nessun caso il Cliente potrà effettuare da solo l'eliminazione dei difetti, pena la decadenza della garanzia, se non con il previo consenso scritto del Fornitore, specificando i massimali di costo esatti.

11.8 La garanzia del Fornitore è limitata al prezzo del Prodotto: in nessun caso il Fornitore sarà responsabile per qualsiasi perdita di reddito (lucro cessante) o per qualsiasi danno diretto o indiretto a proprietà o lesioni personali che possono derivare da un difetto del Prodotto fornito. Il Fornitore è responsabile dei danni causati dal Prodotto solo in caso di dolo o colpa grave.

11.9 Il Fornitore è responsabile nei confronti del Cliente esclusivamente nell'ambito delle garanzie fornite, anche se quest'ultimo agisce in regresso sulla base delle azioni intentate contro di lui dai suoi clienti. Il Cliente è quindi obbligato a manlevare e tenere indenne il Fornitore per qualsiasi azione intentata direttamente contro di lui dall'utente finale o da terzi per ragioni o motivi legali non coperti dalla garanzia data al Cliente.

11.10 Al momento della consegna o del montaggio/installazione/impianto dei prodotti, entrambe le parti devono firmare una bolla di consegna sulla quale devono essere descritti gli eventuali difetti evidenti. Se il Fornitore esegue anche lavori di montaggio/installazione/impianto, questi devono in linea di principio essere consegnati al completamento. Il Fornitore può, a sua discrezione, redigere un verbale di accettazione dei lavori eseguiti in presenza del Cliente, che deve essere informato in tempo utile della data di consegna. Tutti i difetti visibili devono essere elencati in questo verbale; i diritti di garanzia sono esclusi per i difetti denunciati successivamente. Se l'accettazione avviene nonostante la conoscenza di un difetto, senza che il Cliente si riservi i diritti di garanzia al momento dell'accettazione, i diritti di garanzia sono esclusi. Se questa accettazione formale non ha luogo, il lavoro è considerato accettato nel momento in cui il Cliente è stato avvisato del completamento con qualsiasi mezzo (compresi e-mail o servizi di messaggistica come Whatsapp e simili) o quando, per le circostanze del caso, il completamento avrebbe comunque dovuto essere noto al Cliente. In questo caso, il Cliente deve denunciare i difetti visibili entro 8 giorni dal completamento comunicato o conosciuto, a pena di decadenza.

11.11 Inseguito alla presa in consegna dei lavori nel senso delle presenti Condizioni Generali, tutti i rischi e le spese di stoccaggio sono a carico del Cliente. Anche nel caso di consegne parziali, l'intero rischio per queste passa al Cliente.

ART. 12 ASSICURAZIONE

12.1 Il Fornitore dovrà stipulare una polizza assicurativa di responsabilità civile per i rischi coperti dalle disposizioni di legge relative alla responsabilità per i Prodotti difettosi.

ART. 13 PREZZI E PAGAMENTI

13.1 I prezzi sono fissati nell'offerta. Per le consegne da effettuare dopo la scadenza di 3 (tre) mesi dall'offerta, il Fornitore ha il diritto di apportare modifiche di prezzo se si verificano costi più elevati.
Se non esplicitamente indicato nell'offerta, i prezzi si intendono IVA esclusa.
In caso di completamenti, aggiunte o consegne sostitutive, i prezzi dell'offerta originale devono essere concordati nuovamente.
Unicamente per le forniture sostitutive a spese del Fornitore valgono tutte le disposizioni di cui sopra.

13.2 I termini di pagamento indicati nelle offerte valgono anche se il Cliente non provvede al ritiro tempestivo della merce o non ne richiede la consegna entro il termine previsto.

13.3 Il Cliente non può sospendere i pagamenti, sia in caso di reclami sui Prodotti che per qualsiasi altra ragione (solve et repete).

13.4 Tutti gli sconti concessi dal Fornitore saranno considerati revocati se, alla data di scadenza anche di un solo pagamento o di una sola rata, altre fatture risulteranno totalmente o parzialmente non pagate.

13.5 In caso di protesto di assegni o di cambiali, di azioni esecutive o di fallimento del Cliente o di altre procedure di insolvenza o qualora il fornitore venga a conoscenza di un peggioramento della situazione finanziaria e patrimoniale del Cliente, il fornitore avrà il diritto di esigere l'incasso immediato di tutti i suoi crediti nei confronti del Cliente, compresi quelli non ancora scaduti.
Il Fornitore avrà anche il diritto di annullare tutti gli ordini in corso con il Cliente. In questo caso la produzione già eseguita sarà addebitata al prezzo concordato, per gli ordini che non sono ancora stati eseguiti il fornitore addebiterà il 10% del prezzo concordato. Ciò si applica impregiudicato il diritto al risarcimento del maggior danno.

13.6 Anche in caso di mancato pagamento di un acconto o di una rata o del saldo anche di una sola consegna, il Fornitore avrà il diritto di dichiarare la perdita del diritto del Cliente al beneficio del termine di tutti i pagamenti dovuti da quest'ultimo al Fornitore per qualsiasi motivo legale.
I pagamenti effettuati dal Fornitore saranno attribuiti in primo luogo al rimborso delle spese di recupero del debito, sia stragiudiziali che giudiziali, in secondo luogo agli interessi maturati ed infine al capitale.

13.7 In caso di ritardo, gli interessi saranno addebitati su tutti i pagamenti dovuti al Fornitore da qualsiasi soggetto e per qualsiasi motivo, al tasso previsto dal Decreto 231/2002, senza pregiudicare il diritto di chiedere il risarciment del maggior danno. Nel caso in cui il tasso d'interesse indicato nel paragrafo precedente non sia applicabile, al Fornitore saranno addebitati gli interessi al tasso ufficiale di sconto aumentato di 3 (tre) punti percentuali o, in aggiunta, saranno applicati il tasso d'interesse legale e il tasso d'inflazione, senza pregiudicare il diritto di richiedere il risarcimento del maggior danno.

13.8 In caso di mancato pagamento da parte del Cliente, il Fornitore si riserva il diritto di interrompere o sospendere le consegne dei Prodotti fino alla risoluzione definitiva della controversia, intendendo per risoluzione definitiva una decisione definitiva di un tribunale competente a cui le parti sono soggette e contro la quale non è possibile presentare ulteriore ricorso.

13.9 Nel caso in cui le parti concordino di suddividere le consegne nel tempo, il Fornitore ha il diritto di emettere una fattura per le parti della consegna già effettuate.

13.10 Il Fornitore ha il diritto di richiedere al Cliente un acconto (pagamento in conto) prima dell'esecuzione delle prestazioni. Questo si applica in particolare ai primi ordini dei nuovi clienti, ma può anche essere applicato dal Fornitore senza preavviso ai clienti permanenti. L'importo dell'acconto è a discrezione del fornitore e può anche includere l'intero importo dell'ordine.

ART. 14 RISERVA DELLA PROPRIETA'

14.1 Tutte le forniture effettuate ai termini delle presenti Condizioni Generali di Fornitura si intendono effettuate con riserva della proprietà, pertanto tutti i Prodotti consegnati al Cliente restano in proprietà piena, esclusiva ed inalienabile del Fornitore fino all'integrale pagamento da parte del Cliente del prezzo pattuito e dovuto.

ART. 15 LAVORI DI RIPARAZIONE, MONTAGGIO/INSTALLAZIONE/IMPIANTO

15.1 Se le parti hanno concordato che il Cliente o le persone incaricate dal Cliente vengano coinvolte nei lavori, il Cliente sarà il solo responsabile per qualsiasi danno causato dal Cliente o dalle persone incaricate dal Cliente. In questo caso, il Cliente è anche responsabile dei danni personali a sé stesso o ai suoi agenti. Gli operai messi a disposizione dal Cliente devono seguire le istruzioni delle persone incaricate dal Fornitore della gestione delle riparazioni o dei lavori di montaggio, installazione ed impianto.

15.2 Il Cliente è responsabile della protezione delle persone e delle cose sul luogo della riparazione o del montaggio. Il Cliente è obbligato a garantire condizioni di lavoro adeguate sul luogo della riparazione o del montaggio, dell'installazione e dell'impianto.
Prima dell'inizio dei lavori di installazione, l'il Cliente dovrà, senza che il Fornitore glielo richieda, fornire le informazioni necessarie sull'ubicazione delle linee elettriche, del gas, dell'acqua o di impianti simili nascosti.

15.3 Il Cliente è obbligato a informare il personale del fornitore sulle norme di sicurezza da rispettare - per quanto necessario. Il Cliente deve prendere le misure necessarie per proteggere il personale di installazione e la proprietà del Fornitore sul cantiere.

15.4 Il Cliente è obbligato a fornire a proprie spese l'energia necessaria (illuminazione, elettricità, acqua, ecc.), compresi i collegamenti necessari, per le riparazioni o i lavori di montaggio, installazione e trapianto.

15.5 Il Cliente deve garantire che il lavoro di riparazione o di montaggio possa essere iniziato immediatamente dopo l'arrivo del personale di riparazione o di montaggio. Se l'installazione, il montaggio o la messa in funzione vengono ritardati a causa di circostanze di cui non siamo responsabili, il Cliente dovrà sostenere tutti i costi per il tempo di attesa e gli ulteriori viaggi necessari e per il personale di montaggio. La fatturazione sarà conforme al listino prezzi attuale della Provincia dell'Alto Adige con un supplemento del 30%.

15.6 Se il Cliente non rispetta i suoi obblighi, il Fornitore ha il diritto, ma non l'obbligo, di intraprendere le azioni necessarie per l'esecuzione delle prestazioni da parte del Fornitore al posto del Cliente ed a spese di quest'ultimo.

15.7 Il Fornitore non risponde dei danni che si sono verificati all'oggetto della riparazione o del montaggio stesso, tranne in caso di dolo e colpa grave; in particolare, il Fornitore non risponde del mancato guadagno o di altre perdite finanziarie del Cliente.

15.8 Il Fornitore conserva la proprietà dei Prodotti installati, dei pezzi di ricambio e degli accessori fino al completo pagamento della fattura di riparazione o montaggio. In caso di violazione del contratto da parte del Cliente, il Fornitore ha il diritto di ritirare la merce. In questo caso, il Cliente è obbligato a concedere l'accesso al personale del Fornitore o ai suoi rappresentanti per effettuare lo smontaggio.

15.9 Il Cliente è responsabile dello smaltimento delle parti vecchie e di altri articoli che non possono più essere utilizzati.

15.10 Il Cliente autorizza il Fornitore a utilizzare, gratuitamente, fotografie dell'edificio presso il quale è stata effettuata la consegna e/o il montaggio o dei prodotti riparati e/o montati per i propri scopi di vendita.

15.11 Se il Cliente fornisce al Fornitore le chiavi dell'edificio in cui viene effettuata la consegna, la riparazione o il montaggio, fatte salve le altre disposizioni delle presenti Condizioni Generali, il Fornitore non sarà responsabile di eventuali danni causati all'edificio da terzi. La consegna delle chiavi al Fornitore è ad esclusiva richiesta e rischio del Cliente, ed è pertanto escluso ogni obbligo di custodia delle chiavi e/o dell'immobile ai sensi dell'art. 1177 del Codice Civile da parte del Fornitore.

15.12 Il Fornitore non è obbligato a verificare se per le riparazioni e/o i lavori di montaggio, installazione e trapianto desiderati siano necessari permessi ufficiali o il consenso di terzi. Questo controllo deve essere effettuato dal Cliente prima della messa in funzione del Fornitore. Le approvazioni ufficiali necessarie devono essere ottenute dal Cliente in tempo utile in modo che non ci siano impedimenti al programma in qualsiasi momento. Il Cliente deve sostenere i costi o le tasse per l’adempimento delle prestazioni prescritte o richieste e/o le approvazioni, così come per tutte le approvazioni necessarie.

ART. 16 CONTRATTI D'APPALTO

16.1 Le presenti condizioni generali si applicano anche ai contratti d'opera e d'appalto stipulati tra Rasenfix GmbH e il Cliente, fatte salve le disposizioni obbligatorie che disciplinano il rispettivo tipo di contratto. Tuttavia, il rapporto contrattuale tra le parti è classificato come contratto d'opera o d'appalto solo se i corrispondenti documenti contrattuali recano la rispettiva denominazione di contratto d'opera o contratto d'appalto.

16.2 Nel caso di contratti d'appalto, il termine per la presentazione di una denuncia scritta dei vizi ai sensi dell'articolo 11.1 delle presenti Condizioni Generali è aumentato a 60 giorni dalla data in cui il rispettivo vizio si è manifestato, ai sensi dell'articolo 1667 comma 2 del Codice Civile.

ART. 17 RINVIO A DISPOSIZIONI DI LEGGE

17.1 Per quanto non previsto nelle presenti condizioni generali di fornitura e nei termini e condizioni dell'offerta si rimanda alle norme di legge sulla vendita, di cui agli artt. 1470 e seguenti del cod. civ.

ART. 18 LEGGE APPLICABILE E GIURISDIZIONE

18.1 Gli ordini e i relativi contratti di acquisto/vendita si intendono sempre conclusi presso la sede del Fornitore sulla base delle presenti Condizioni Generali e sono regolati dalle leggi della Repubblica Italiana, anche se conclusi fuori dal territorio italiano e con persone fisiche e giuridiche non aventi cittadinanza italiana.

18.2 Tutte le controversie che possono sorgere tra le Parti in relazione alla conclusione, all'applicazione e/o all'interpretazione dell'Ordine e delle presenti condizioni generali saranno sottoposte solo ed esclusivamente alla giurisdizione del tribunale nella cui circoscrizione il Fornitore ha la propria sede legale, essendo il Fornitore sempre autorizzato ad adire il tribunale competente del domicilio/sede del Cliente.

ART. 19 DIRITTO DI RECESSO

19.1 Il Fornitore consegna di regola beni prodotti specificatamente per il Cliente. Pertanto, una volta confermato l'ordine, il Cliente non avrà diritto di recedere dal contratto ai sensi dell'art. 52 del D.Lgs. 206/2005. No. 206/2005.

ART. 20 CLAUSOLA DI SALVAGUARDIA

20.1 Se una qualsiasi disposizione del presente contratto fosse o divenisse inefficace, ciò non pregiudica la validità delle restanti disposizioni. Al posto della disposizione inefficace, si riterrà che sia stata concordata una disposizione che, nella misura in cui sia giuridicamente possibile, si avvicini il più possibile a ciò che era stato inteso dalle parti secondo il significato e lo scopo originale della disposizione inefficace.

Ai sensi dell'art. 1341 del Codice Civile Italiano, il Cliente approva espressamente il contenuto delle seguenti clausole delle suddette Condizioni Generali: 4.1 Termini di consegna, 4.2 Scostamento rispetto ai termini essenziali, 4.3 Responsabilità per ritardo, 5 Esclusioni e limitazioni di responsabilità, 6.1 Trasporto, 6.2 Periodo di responsabilità, 6.3 Scelta del mezzo di trasporto, 6.4 Condizione della merce, 6.7 Assistenza del Fornitore, 6.9 Consegna in cantiere - penale, 7.1 Mora del Cliente, 7.2 Risoluzione del contratto, 10 Reclami e difetti, 11 Garanzia per difetti del prodotto e consegna, 13.3 Solve et repete, 14 Riserva di proprietà, 18 Legge applicabile e giurisdizione.